CARMELO EZPELETA SULLE CONCESSIONI PER HONDA E YAMAHA: ‘MI SEMBRAVA GIUSTO…’

Quest’anno, le concessioni in MotoGP sono cambiate con un nuovo sistema a quattro livelli basato sui risultati sportivi. Questa soluzione è stata progettata non solo per bilanciare ulteriormente la griglia, ma anche per consentire a Honda e Yamaha di progredire dopo aver perso significativamente prestazioni a causa della pandemia.

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, ha discusso la questione con Motosan.es, iniziando ricordando: ‘Il primo a ottenere concessioni è stato Ducati. Le hanno date a Yamaha e Honda, e poi le concessioni sono state gradualmente revocate man mano che ottenevano risultati. Prima Ducati, poi KTM, e infine Aprilia‘.

L’esecutivo spagnolo ritiene che sia stato giusto dare questa opportunità a Honda e Yamaha: ‘Mi sembrava giusto, proprio perché coloro che hanno beneficiato dovrebbero essere generosi con due produttori fondamentali nel campionato e che, inoltre, sono stati più colpiti dalla pandemia rispetto al resto del mondo. Dovrebbero avere la possibilità di utilizzare le concessioni per aggiornarsi più rapidamente‘.

Naturalmente, avere solo le concessioni non è sufficiente per progredire, come dimostrano le situazioni contrastanti di Yamaha e Honda. Mentre Yamaha sembra riprendersi gradualmente, rafforzando la propria struttura con nuove assunzioni e metodi, Honda rimane bloccata in una serie di scarse prestazioni dopo le prime nove gare della stagione.

2024-07-10T13:38:29Z dg43tfdfdgfd