HYUNDAI INSTER, NASCE LA PICCOLA ELETTRICA DA CITTà

La casa coreana ha svelato la sua nuova citycar: ecco tutto quello che c’è da sapere sul modello.

La citycar stanno diventando sempre più merce rara nel mondo a quattro ruote. Ma la verità è che queste si stanno evolvendo nella forma, assomigliando sempre più a dei piccoli crossover ma mantenendo intatte le caratteristiche di maneggevolezza e quelle misure contenute che le hanno rese famose e tanto apprezzate dagli automobilisti di tutto il mondo.

Come, ad esempio, Hyundai Inster. La nuova piccola del brand coreano, infatti, è stata ufficialmente presentata dalla casa e sarà commercializzata in Europa con un prezzo di partenza attorno ai 25 mila euro. Prima, però, sarà lanciata sul mercato coreano nel corso dell’estate per poi arrivare nel Vecchio Continente entro la fine del 2024.

La piccola che parla coreano

Strettamente imparentata con Hyundai Casper, la nuova vettura del marchio coreano si presenta all’aspetto come un crossover dalle dimensioni contenute, ma può vantare caratteristiche da citycar. A partire dalle misure, ampiamente sotto i 4 metri di lunghezza – 3,8 per la precisione – e con una larghezza di 1,6 metri, perfette per muoversi nell’ambiente urbano senza intralci e soprattutto per trovare parcheggio in città sempre più affollate. A caratterizzare il frontale sono i fari con la firma luminosa a pixel che si ritrova anche nel posteriore.

Nonostante il poco ingombro, però, lo spazio a bordo c’è ed è ben sfruttato a partire dal bagagliaio che offre una capacità che va da 280 fino a 351 litri. Mentre abbattendo gli schienali dei sedili posteriori si arriva addirittura quasi a 1.060 litri. Non manca poi una buona dose di tecnologia a disposizione dell’utente con  la strumentazione digitale che può contare su di uno schermo da 10,25”. Centralmente, sulla plancia, si trova poi il display del sistema infotainment, sempre da 10,25”. Mentre è presente anche un pad per la ricarica wireless degli smartphone e un sistema di illuminazione ambientale a 64 colori, oltre all’utilizzo di materiali sostenibili per i rivestimenti che conferma ancora una volta l’attenzione di Hyundai per la tematica ambientale.

Due, invece, le versioni di Hyundai Inster che saranno proposte sul mercato. La prima offre un motore da 71,1 kW/ 97 CV e 147 Nm di coppia. Questa viene alimentata da una batteria che può vantare una capacità di 42 kWh per un’autonomia di oltre 300 km. Mentre la velocità massima di 140 km/h con l’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 11,7 secondi. La seconda versione, invece, è più prestazionale sotto tutti i punti di vista e si affida a un motore da 84,5 kW/115 CV e 147 Nm di coppia abbinato ad un accumulatore da 49 kWh. In questo caso la velocità massima arriva a 150 km/h con lo scatto 0-100 km/h che avviene in 10,6 secondi. Il tutto per una percorrenza di 355 km.

Sul fronte della ricarica, invece, servono 30 minuti per passare dal 10 all’80% se si utilizza una colonnina in corrente continua da 120 kW Inoltre, Inster può effettuare un rifornimento di energia in corrente alternata fino a 11 kW. Particolarmente importante, inoltre, la funzione Vehicle-to-Load (V2L) di cui dispone il mezzo, che consente di utilizzare l’energia della batteria di trazione per ricaricare dispositivi elettrici esterni. Presenti, infine, anche gli ultimi ADAS firmati Hyundai in dotazione sulle altre auto del marchio, compre la guida assistita di Livello 2.

Leggi anche Hyundai Ioniq 5, tempo di restyling per l’elettrica coreana

Potrebbe interessarti Hyundai i20 N Line, la piccola è sempre più sportiva

2024-07-10T05:40:20Z dg43tfdfdgfd